Intervista di fischer a Colorificio 4C

Siamo in Val di Susa, in un piccolo comune della città metropolitana di Torino e ci dedica il suo tempo Francesco Calabrò, 33 anni, con studi universitari di architettura a Torino e socio, con un’altra persona, dell’azienda nata nel 2012.

Colorificio 4C è presto diventata centro professionale e punto di riferimento per l’edilizia leggera, con prodotti e servizi per cartongesso, isolamento acustico, pitture e decorativi, isolamento termico, resine e microcemento, ferramenta, elettroutensili, soluzioni antincendio e protezione al fuoco, parquet e laminati, forniture speciali e noleggio di mezzi e attrezzature.

L’azienda è cresciuta con numeri importanti e oggi ha in tutto 9 collaboratori, tra cui i tecnici, che supportano privati, artigiani e imprese nella scelta della soluzione più adatta alle loro esigenze.

Visita il sito web

1. Signor Calabrò ci racconta la storia di Colorificio 4C?

La storia del Colorificio 4C inizia nel 2012 quando viene rilevato un piccolo colorificio di 60 mq situato in un paese qui vicino e in completa decadenza. Tra il 2014 e il 2015 viene assorbito un altro colorificio – più grande dell’allora 4C - e in procinto di chiudere, con la persona che era titolare che entra a parte dello staff di 4C. A seguire c’è stato il trasferimento nella nuova sede più grande, in Via Susa 89, dove siamo ancora oggi.

Ci sono stati alti e bassi che ci hanno accompagnato in questi anni. Senza capitale iniziale e un’attività ereditata alle spalle, nella nostra storia imprenditoriale c’è sempre stata molta fantasia e molto coraggio. Nel 2020, in periodo di lockdown, ci siamo subito organizzati. Non avendo i clienti in negozio, li siamo andati a “prendere a casa” facendo anche 30 consegne al giorno.

2. Ci descrive il Suo punto vendita in una sola parola?

Giovane! non solo per l’età della nostra attività, ma perché è bassa l’età di chi ci lavora e siamo giovani come visione. Ci tengo a dire però che quasi tutti i collaboratori provengono da altre realtà del settore e abbiamo una solida professionalità. Il nostro compito è infatti di trovare per ogni esigenza il prodotto giusto.

3. Chi è il cliente tipo del Suo negozio?

La tipologia di cliente è cambiata negli anni. Quando abbiamo iniziato, i clienti privati erano ’80%. Partendo da zero non potevamo permetterci di lavorare troppo con imprese che hanno modalità e tempi di pagamento diversi e ovviamente più lunghi. Crescendo, abbiamo avuto la fortuna di essere sul settore dell’isolamento prima delle agevolazioni del superbonus e già nel 2016 /2017 eravamo sui settori dell’efficientamento e del risparmio energetico. Quando la domanda è esplosa eravamo pronti. Avevamo già collaborazioni forti con fornitori importanti mentre nel mercato c’era anche chi si improvvisava. Oggi i nostri clienti sono 80% imprese e 20% privati. Inoltre, abbiamo sempre avuto il prodotto disponibile. In quel periodo ho comprato grandi quantità di tasselli da cappotto FIF SV II che mi piaceva molto perché è un ottimo tassello, risolve i problemi e no si sbaglia nel comprare. Non è stato semplice all’inizio spiegare il nuovo prodotto. alle imprese e ai professionisti Sono fiducioso nel futuro del nostro settore, perché necessariamente andremo verso la transizione energetica.

4. Perché un cliente Vi sceglie?

Per la competenza e perché scegliamo partner forti e conosciuti. Credo inoltre ci scelgano per il rapporto umano. Per me il rapporto umano è uno dei fattori determinanti per la scelta di un magazzino rispetto ad un altro. Il cliente che rincorre l’euro, per un euro lo prendi e per un euro lo perdi. Quelli che coltiviamo sono i clienti che ci aiutano a crescere e che ci danno anche un feedback in andata e ritorno anche quando andiamo fuori dal mercato.

5. Perché Lei sceglie i fissaggi fischer?

fischer è conosciuta anche da chi non è del settore. E’ un prodotto forte come immagine e la vostra realtà è riconosciuta a ragione. In Colorificio 4 C ogni collaboratore ha competenza in un settore specifico. La persona che si occupa del fissaggio vi conosce molto bene, così come i vostri prodotti.

6. Le è utile per la sua attività il sito www.fischeritalia.it? Ci naviga qualche volta? Cosa trova più di Suo Interesse?

Risata. L’ho guardato stamattina!!! Non ho il tempo per guardare il sito dei tanti fornitori che abbiamo. L’ho guardato e ha dei contenuti di valore. Però utilizzo molto l’app fischer, perché e come avere il catalogo a portata di mano ed è utile per mandare le schede tecniche.

7. Riceve il nostro fischer Magazine via newsletter?

Risata. Forse sì. Ma non riesco a guardarle tutte.

8. I Suoi clienti perché scelgono fischer secondo Lei?

Perché i nostri clienti non guardano solo il prezzo ma la qualità.

9. Colorificio 4c ha un’esposizione fischer di 8 metri!

Francesco Calabrò fa una gran risata. Ero in ferie e quando sono tornato ho visto tutto rosso! Ringraziamoci a vicenda: è stata una collaborazione reciproca.

10. Cosa pensa delle promozioni di fischer? Lei partecipa?

Non partecipo direttamente alle promozioni dico la verità. Partecipano i miei collaboratori magari e ognuno ha i suoi compiti e non posso sapere tutto ciò che succede in negozio. Ci tengo a dirvi una cosa. Ho personalmente sempre odiato le promozioni in generale. Le promozioni non mi mettono nelle condizioni di lavorare, per me sono distorsioni del mercato. Non riesco a gestirmi bene il magazzino. Questa è solo la mia visione però!

11. Se dovesse darci dei consigli per migliorarci cosa ci suggerirebbe?

Credo sempre meno alla pubblicità e credo molto al contatto umano.

Grazie al signor Calabrò, per la sua schiettezza e quello che in un’ora ci ha raccontato, ben oltre le domande che gli abbiamo fatto. E l’aspettiamo in fischer a Padova. Un imprenditore attento ai propri dipendenti, che ha scelto di aumentare ad aprile lo stipendio di tutti dopo aver ricevuto la sua bolletta di casa. Consapevole che l’azienda va bene grazie alla visione e gestione imprenditoriale e grazie alla competenza e capacità dei propri collaboratori.

cd-66f794df77-6x49b